L’organizzazione

Il Centro ICEmB, secondo l’attuale Convenzione,  ha una struttura organizzativa che prevede il Direttore, il Segretario Amministrativo, il Consiglio Scientifico e ha sede amministrativa presso l’Università degli Studi di Genova.
Conduce la sua attività e persegue i suoi scopi attraverso Unità di Ricerca (UR) operanti sia nelle proprie Sezioni Scientifiche, una per ciascuna sede universitaria istitutiva,  che nelle sedi associate, universitarie e non, con le quali si stabiliscono convenzioni quadro e contratti specifici di collaborazione.

 

Il Consiglio Scientifico, a cui partecipano rappresentanti delle proprie Sezioni scientifiche e  delle UR delle sedi associate, determina l’indirizzo scientifico generale pianificandone l’articolazione delle attività sia rispetto agli obiettivi di ricerca che a quelli di diffusione della conoscenza e di formazione e di fornitore di servizi. Elegge al suo interno il Direttore, delibera sulla richiesta di afferenza e di collaborazione.

 

Lo sviluppo delle attività del Centro per il perseguimento dei propri scopi avviene mediante l’impiego di finanziamenti pubblici e privati che il Centro riesce ad acquisire in funzione delle capacità propositive e progettuali, del riconoscimento acquisito a livello internazionale nonché della qualità dei risultati raggiunti attraverso l’opera delle proprie UR.

 

Chiunque conduca o sia interessato a sviluppare attività nel settore delle interazioni bioelettromagnetiche può essere membro del centro e operare come ricercatore nell’ambito di una UR così come è benvenuta e auspicabile la cooperazione con personalità di rilevo scientifico internazionale.

 

Ad oggi risultano operative le seguenti UR.

 

Sedi Universitarie istitutive: Bologna, Ferrara, Genova, L’Aquila, Modena e Reggio Emilia, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Politecnico delle Marche (AN), Roma “La Sapienza”, Salento (Lecce), Salerno.

 

Sedi Associate: CNR-IFT (Roma), CNR-IEIIT (Milano), CNR-IREA (Napoli), ENEA (Roma), ISS (Roma), IGEA (Carpi-Modena).