La ricerca

La ricerca del Centro, condotta attraverso le proprie UR mediante progetti finanziati da enti e istituzioni pubbliche a diverso livello di scala (locale, nazionale, europeo e internazionale) si orienta soprattutto verso la dosimetria, gli effetti biologici, i modelli dell’interazione, le applicazioni biomedicali.

Dosimetria
Ha lo scopo di determinare, sviluppando opportune tecniche sia di misura che di simulazione numerica, la distribuzione del campo elettromagnetico e del conseguente tasso di assorbimento elettromagnetico (SAR) nel sistema biologico esposto (corpo umano e/o sue parti, sperimentazione su animali e in vitro), nonché in fantocci umani nelle diverse condizioni di esposizione e di sorgenti. Le ricadute dirette di tale attività di ricerca spaziano dalla caratterizzazione della correlazione effetto-dose alle procedure di verifica del rispetto normativo sulla protezione dalla radiazione elettromagnetica delle persone e dell’ambiente.

Effetti Biologici
Ha lo scopo di indagare sugli effetti biologici attraverso sperimentazione sia in vitro (cellule primarie, fibroblasti, linfociti, leucociti, sistemi endoteliali, spermatozoi, linee tumorali) che in vivo (animali da laboratorio). Gli effetti a cui preventivamente si vanno ad indirizzare le indagini riguardano: effetti genotossici, espressione genica, danni al DNA, proliferazioni cellulari, fattori di crescita, mobilità e viabilità cellulare, angiogenesi, aberrazioni cromosomiche, effetti a livello di membrana, effetti sul sistema nervoso centrale e periferico, effetti sul sistema di crescita e su quello metabolico, sul sistema uditivo, effetti adattivi.

Modelli della Interazione
Fondamento per la indagine e la caratterizzazione degli effetti biologici è avere a disposizione, oltre il controllo della dosimetria, adeguati modelli rispetto ai quali trovare non solo giustificazione scientifica dell’effetto rilevato, ma anche gli aspetti predittivi di condizioni di riproducibilità e di evoluzione dell’effetto stesso. I modelli oggetto di indagine riguardano: singoli canali ionici di membrane cellulari, membrane neuronali, attività sinattica, dinamica molecolare.

Applicazioni Biomedicali
L’allargamento e l’approfondimento della conoscenza dovuta allo studio dell’interazione fra campi elettromagnetici e sistemi biologici ha una sua naturale ricaduta non solo verso gli aspetti protezionistici, a fronte degli effetti biologici riconducibili a possibili rischi per la salute dell’uomo, ma anche verso le possibilità applicative biomedicali sia terapeutiche che diagnostiche. Ad oggi il Centro è impegnato nella terapia di fratture ossee e degli stati infiammatori delle articolazioni e giunture, nella stimolazione elettrica e magnetica di diversi organi, nei dispositivi medici attivi impiantabili, nella elettroporazione, nella elettrochemioterapia e nella ipertermia a microonde per terapia tumorale. Al fine di sostenere maggiormente questo filone di ricerca, recentemente il Centro ha deciso il finanziamento di un progetto specifico che finalizzi gli obiettivi della dosimetria, della modellistica e della indagine sperimentale di effetti biologici verso tecniche, metodologie elettromagnetiche e apparecchiature per applicazioni medicali.